[1] Alla Homepage [2] Alle pagine istituzionali sul CeIS [3] Alle pagine sul Progetto Terapeutico del CeIS [4] Alle pagine sulle Cooperative sociali del sistema CeIS [5] Alle pagine sull'Organismo di Formazione del CeIS [7] Alle pagine sull'Attività del CeIS sul territorio [6] Alle pagine delle Pubblicazioni del CeIS Logo del CeIS e menu di navigazione del sito

Il Centro Studi, Ricerca, Progettazione e Prevenzione
del CeIS di Belluno

Un'immagine degli uffici del Centro Studi del CeIS di Belluno in via Rugo 21


Il CeIS gestisce anche servizi culturali, d'informazione e diffusione, attraverso il Centro Studi il quale elabora progetti sociali e culturali, gestisce l'Agenzia Veneta Solidarietà, collabora con associazioni, enti ed istituzioni per ricerche, progetti e attività. 

Il Centro Studi redige il periodico Passaparola e cura le pubblicazioni del Centro, organizza convegni e seminari, partecipa e tiene collegamenti con gli organismi sovrassociativi come l'AIC - Association for International Cooperation, l'AITSaM (Associazione Italiana Tutela Salute Mentale), la Consulta del Volontariato e il Centro Servizi per il Volontariato ed altri ancora. Il CeIS, inoltre, è  membro della FICT (Federazione Italiana delle Comunità Terapeutiche), e del CoVeST (Coordinamento Veneto Strutture Terapeutiche)

Un segmento importante, nelle attività del Centro Studi e in particolare della Presidenza del CeIS, è l'attività di promozione alla vita e alla salute che viene proposta al territorio. Particolarmente numerosi gli interventi nelle scuole, nei comuni, nelle parrocchie e nelle associazioni. Le attività di prevenzione si svolgono attraverso progetti che, solitamente, prevedono degli incontri rivolti a genitori, adulti, educatori, insegnanti e ad alunni delle scuole medie inferiori e superiori. Le proposte di prevenzione sono centrate sulle tematiche valoriali, educative, spirituali e relazionali.
Gli operatori della prevenzione sono prevalentemente educatori. Il presidente del CeIS, don Gigetto De Bortoli, tiene una media di 90 incontri pubblici all'anno. Le attività di prevenzione vengono richieste nel territorio bellunese, pedemontano e alto vicentino.
Assieme a quest'attività, sin dalla sua nascita il CeIS ha dato vita a gruppi di auto-mutuo-aiuto per genitori. Ad oggi sono 5 i gruppi presenti e funzionanti: a Belluno, a Ponte nelle Alpi, a Bigolino, a Rosà e a Bassano del Grappa. Un altro gruppo di giovani si sta formando a Vittorio Veneto.

Un'altra immagine degli uffici del Centro Studi del CeIS di Belluno in via Rugo 21 A fianco, un'altra immagine degli uffici del Centro Studi
del CeIS di Belluno, in via Rugo 21.
Sotto, le attività di prevenzione sono prevalentemente
rivolte ad alunni delle scuole medie inferiori e superiori,
a genitori, insegnanti ed educatori.
Sono indirizzate agli adolescenti, ai genitori, agli insegnanti ed agli educatori le attività di prevenzione del CeIS di Belluno


Ogni anno, inoltre, viene organizzato ed erogato un corso di aggiornamento e/o di formazione per volontari.
Viene curata anche la formazione del personale interno del Sistema CeIS, pianificando le attività ed erogandole in proprio o indirizzando il personale all'esterno, a seconda del bisogno, con una media di 2.000 ore annue di corsi di formazione e/o aggiornamento.


[ Torna su ]

Centro di Solidarietà di Belluno onlus • Via Rugo n° 21 - 32100 Belluno Tel. +39 0437-950895 Fax +39 0437-949270