[1] Alla Homepage [2] Alle pagine istituzionali sul CEIS [3] Alle pagine sul Progetto Terapeutico del CEIS [4] Alle pagine sulle Cooperative sociali del sistema CEIS [5] Alle pagine sull'Organismo di Formazione del CEIS [7] Alle pagine sull'Attività del CEIS sul territorio [6] Alle pagine delle Pubblicazioni del CEIS Logo del CEIS e menu di navigazione del sito


La Prima Accoglienza a Serravalle di Vittorio Veneto (TV)
Servizio momentaneamente sospeso

L'ingresso della Prima Accoglienza del CEIS, a Serravalle di Vittorio Veneto, vista dall'interno della struttura


Per accedere alle strutture del CEIS - Centro di Solidarietà di Belluno
è necessario rivolgersi al Responsabile per gli inserimenti e PR
telefonando allo: 349.4927492


Vengono accolti solo utenti inviati - o con avvallo d'inserimento -
del Ser.T dell'Azienda Sanitaria di residenza

sfondo rosso

La struttura è inserita nell'ampio complesso dell'ex Convento dei Carmelitani dell'Antica Osservanza a Serravalle di Vittorio Veneto e vi si accede sia da via Mazzini 1, sia da via Marconi 110.
La Prima Accoglienza può dare ospitalità ad un massimo di 10 utenti inviati dai Servizi Socio-Sanitari pubblici.
 

Il chiostro del convento e il campanile della chiesa di San Giovanni Battista a Serravalle di Vittorio Veneto Due scorci dello storico convento
dell'Ordine dei Carmelitani dell'Antica Osservanza
a Serravalle di Vittorio Veneto,
sede della Prima Accoglienza del CEIS di Belluno.
Uno scorcio del chiostro dello storico convento dell'Ordine dei Carmelitani dell'Antica Osservanza


Vedi "criteri d'accesso"

Le attività 

La giornata è strutturata e prevede orari e tempi stabiliti, per l'ottimizzazione della gestione della quotidianità, per creare appartenenza al gruppo e per educarsi ad una gestione "sana" della giornata.

- Colloqui e gruppi psico-educativi 2 o 3 volte la settimana, tutte le mattine,
- Incontro del Mattino: tutte le mattine
- Partecipazione attiva nella gestione della casa
- Accompagnamenti per visite mediche e legali
- Attività di tempo libero gestita insieme al gruppo
- Attività di carattere occupazionale con le cooperative
- Attività ludico-ricreative interne

- Attività culturali interne (seminari, incontri, ecc)
- Uscite ricreative, culturali e sportive organizzate e accompagnati da operatori o da volontari
 

Sotto, il bellissimo corridoio d'accesso agli alloggi
della Prima Accoglienza: tutte le finestre si affacciano
sul chiostro del convento (vedi foto precedenti).
A destra, il porticato con l'ingresso della sala ping-pong.

Il porticato con l'ingresso della sala ping-pong

Il corridoio d'accesso agli alloggi della Prima Accoglienza: tutte le finestre si affacciano sul chiostro del convento.

Specifica di qualità
Il nostro servizio offre:
- Un ambiente misto
- Partecipazione nella cura e pulizia della casa, nella preparazione dei pasti
- Possibilità di uscite lavorative nell'ambito delle cooperative sociali del centro
- Gestione nelle attività ricreative
- Possibilità di partecipare a seminari e corsi formativi indirizzati al mondo del lavoro
- Gruppi educativi di conoscenza e consapevolezza personale
- Colloqui individuali con psicologo/a e/o educatori
- Si offre la possibilità di continuare il percorso terapeutico in fase comunitaria, al termine del periodo di accoglienza
- Il servizio si prende carico della situazione e delle regole sanitarie e farmacologiche

Figure professionali 
Le figure professionali presenti nella struttura sono:
- Responsabile
- Psicologo
- Educatori/Operatori di comunità/socio-sanitari
- Volontari 
Il servizio si avvale inoltre della collaborazione esterna del:
- Medico di base
- Medico psichiatra

[ Torna su ]

Centro di Solidarietà di Belluno • Via Rugo n° 21 - 32100 Belluno Tel. +39 0437-950895 Fax +39 0437-949270